Ascoli: Olii@mpiadi raccolta degli oli vegetali esausti, premiati gli ISC più virtuosi

Mar, 2017-05-30 (Tutto il giorno)

Si è svolto questa mattina  l'incontro di chiusura della terza  edizione delle OLII@MPIADI, Primarie in Gara per la Raccolta Differenziata degli Oli Vegetali Esausti, un progetto gestito da Adriatica Oli Srl  in collaborazione con il Comune di Ascoli Piceno, Ascoli Servizi Comunali ed Ecoinnova Srl.

All'appuntamento, che ha avuto luogo nel Centro Sportivo Piceno del quartiere Tofare, hanno preso parte oltre alle scuole partecipanti al concorso, l'Assessore all'istruzione e allo Sport Massimiliano Brugni, l'Amministratore Unico  di Adriatica Oli s.r.l. Giorgio Tanoni,  il legale rappresentante di Ecoinnova  Ioni Samuele e  serenella Baiocchi di Ascoli Servizi Comunali.

 Il progetto OLII@MPIADI sulla raccolta differenziata degli oli vegetali esausti,  è parte integrante della Campagna di Sensibilizzazione “Per Olivia”, firmata Adriatica Oli e itinerante nel centro Italia, rivolta ai cittadini al fine di educarli alla buona pratica di conferimento degli oli. Nel Comune di Ascoli, l’iniziativa per la terza ed ultima edizione, si è tenuta nelle scuole primarie ed ha visto la competizione tra quattro istituti ascolani, per un totale di mille bambini coinvolti quest’anno e  3.000 bambini sensibilizzati nei tre anni di progetto.

Gli Istituti che hanno aderito sono:

1.  Isc Ascoli Centro 2. Isc Borgo Solestà  3. ISC Don Giussani Monticelli 4. Istituto Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione.

E’ stato registrato un grande entusiasmo e partecipazione sulla gara relativa alla raccolta dell’olio, a dimostrazione che le attività promosse dall’Amministrazione hanno raggiunto l’obiettivo di sensibilizzare i più piccoli e le loro famiglie.

Le OLII@MPIADI si sono svolte direttamente nelle classi. In una prima fase, la Dott.ssa Lucilla Carpera, responsabile comunicazione Adriatica Oli, ha sensibilizzato gli alunni delle scuole primarie sulla raccolta dell’olio vegetale esausto per mezzo di Per Olivia,  Campagna per la Raccolta Differenziata degli Oli Vegetali esausti. Non è stata trascurata però neppure la sensibilizzazione sugli altri rifiuti, le cui lezioni parallelamente sono state tenute dalla Dott.ssa Baiocchi di Ascoli Servizi Comunali. 

La competizione, che si è svolta da gennaio a maggio, è stata duplice: la prima inerente al conferimento degli oli nei contenitori OLIVIA posizionali nei pressi delle scuole.

I vincitori  sono stati i seguenti ISC, nell’ordine: 1°Ist. Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione  con 7,9 kg pro-capite (845kg di olio raccolti),  2°  Ascoli Centro-D’Azeglio con 4,05kg pro-capite (tot.1210 kg) e 3° Borgo Solestà con 1,27kg pro capite (tot.135 kg). 

La seconda gara si è disputata oggi:  i ragazzi hanno infatti gareggiato ai quattro giochi olimpici dei rifiuti, tra questi a Una Staffetta Per Olivia dove hanno portato al contenitore Olivia, per mezzo di una padella,  più olio possibile attraverso un sentiero ad ostacoli.

Alle scuole vincitrici sono stati corrisposti da Adriatica Oli e da Ascoli Servizi Comunali, premi per un valore complessivo pari a 1.500,00€.  II campo sportivo è stato messo a disposizione dalle due società Piceno UTD MMX e dalla Polisportiva Villa Pigna.

Si rammenta che il Comune di Ascoli   uno dei primi comuni nelle Marche ad aver attivato il servizio di raccolta differenziata degli oli vegetali esausti,  già nel 2006.  In città sono presenti oggi ben 33 contenitori OLIVIA deputati alla raccolta degli oli, oltre agli 8 posizionati nelle scuole. Anche i quantitativi sono in aumento, si pensi che sono stati intercettati 9.000 kg nel 2007 fino ad arrivare ai 38.000 nel 2016. 

Dall’olio vegetale esausto raccolto è possibile ricavare biodiesel, glicerina per saponificazione, olio minerale e molti altri prodotti. Gli oli vegetali esausti vengono utilizzati al posto del petrolio come fonte alternativa rinnovabile (biocombustibile) per la produzione di energia elettrica, con conseguente riduzione dell’impatto ambientale e in linea con i principi dettati dall’economia circolare.

La Redazione

(http://www.picenotime.it/articoli/24217.html)